Club Alpino Italiano

L’ASSOCIAZIONE

Il Club Alpino Italiano: un’associazione con una storia di oltre 150 anni

 

Costituito il 23 Ottobre 1863 a Torino- anche se si può affermare che la sua fondazione ideale sia avvenuta il 12 agosto dello stesso anno, durante la celeberrima salita al Monviso ad opera di Quintino Sella, Giovanni Barracco, Paolo e Giacinto di Saint Robert- il Club  Alpino Italiano è una libera associazione nazionale che, che come recita l’articolo 1 del suo Statuto, ” ha per iscopo l’alpinismo in ogni sua manifestazione, la conoscenza e lo studio delle montagne, specialmente di quelle italiane, e la difesa del loro ambiente naturale”.

L’Associazione è costituita da Soci riuniti liberamente in Sezioni, coordinate in raggruppamenti regionali: a dicembre 2011 i Soci del CAI risultano essere 319.467

 

 

 

L’ATTIVITA’

Una passione con ampi orizzonti.

C’è chi cammina per comodi sentieri, chi arrampica su pareti vertiginose, chi si muove con gli sci ai piedi. C’è chi scende nel buio delle grotte.C’è chi studia la natura, il territorio, l’ambiente e cerca soluzioni per una migliore protezione e tutela.

Vivono nel Club Alpino Italiano infinite passioni, interessi diversi. E soprattutto scuole, pensate come centri di formazione e testimonianza di valori. Un aiuto prezioso sono il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e il Servizio Valanghe.

 

 

 

 

 

STRUTTURE TERRITORIALI E PERIFERICHE

A livello periferico il CAI è diviso in Gruppi Regionali, uno per ogni regione italiana, ad eccezione delle province autonome del Trentino e dell’Alto Adige, che hanno ciascuna un proprio Gruppo Regionale.